Pilastro Irene - Sogni Proibiti

Schede primarie

Pilastro Irene - Sogni Proibiti

Difficoltà: 
VII+ (VI e A1)
Sviluppo: 
80 + 110m
Gruppo Montuoso: 
Grigne
Località di Partenza: 
Località Rancio (LC)
Quota di Partenza: 
310m
Quota di attacco: 
650m
Quota di vetta: 
1029m
Avvicinamento: 
20'
Tempo di salita: 
3h / 3h 30'
Tempo di discesa: 
1h
Esposizione: 
Sud-Est
Tipo di roccia: 
Calcare
Periodo: 
le mezze stagioni
Data ripetizione: 
19/11/2021
Attrezzatura e materiale: 

Via attrezzata con fittoni resinati alle soste, sui tiri fittoni e chiodi. Portare 2 mezze corde da 60m., NDA, eventualmente qualche friend medio per integrare.

Descrizione avvicinamento: 

Da Lecco seguire per la Valsassina, oltrepassato il quartiere Malavedo ad uno stretto tornante svoltare a sinistra in via Quarto, alla piazzetta si prende sulla destra una ripida strada che sale sino a raggiungere una sbarra dove parcheggiare. Proseguire a piedi lungo un sentiero che costeggia le reti paramassi sino ad incontrare le indicazioni per l'Antimedale e la ferrata del Medale.Seguire il sentiero che sale nel bosco e aggira delle altre reti metalliche. Raggiunto un canale ghiaioso salirlo sino alla parete, alla prima piazzola si trova l'attacco della via "degli istruttori" (o via di Marco) che va seguita per le prime 2 lunghezze. 

Descrizione itinerario: 

VIA DEGLI ISTRUTTORI:

  • 1° tiro : salire in verticale per facili rocce gradinate, proseguire fino in sosta. IV, 35m.
  • 2° tiro : su per la placca soprastante tendendo a destra superando piccoli muretti, traversare a destra in direzione di un piccolo terrazzino con due soste, ignorarle e proseguire a destra per cengietta fino a una sosta a fix. V, 45m.

Trasferimento, primo tratto: traversare verso destra per cenge molto disturbate dalla vegetazione. Superare due tratti con le catene fino a raggiungere la sosta della via “degli Asen”. 60m

Trasferimento, secondo tratto: ancora verso destra puntando un’evidente grotta ricoperta di edera. La via Sogni Proibiti attacca alla sua destra. Sosta su friend. Circa 40m

SOGNI PROIBITI:

  • 3° Tiro: salire la rampa sulla destra fino a prendere una fessura che sale verticale fino ad un tetto che si supera sulla destra e poi su difficoltà minori fino in sosta. VI- continuo, 35m.
  • 4° Tiro: lunghezza chiave. Salire sfruttando il diedro e al termine attraversare verso sinistra. Seguire la fessura fino ad una placca che va attraversata verso destra. VII+, 20m.
  • 5° Tiro: entrare nel diedro a dx della sosta e salire in verticale fino alla base di una placca che in alternativa, si può aggirare facilmente a sx arrivando al terrazzino di sosta. V+, 20m.
  • 6° Tiro: traversare qualche metro a sx sfruttando delle fessure e risalire la placca a gocce fin sotto ad uno strapiombino che si vince direttamente. Con difficoltà minori, puntando verso destra si doppia lo spigolo, proseguendo fino alla comoda sosta.VII, 40m.
Discesa: 

Dall'ultima sosta risalire alcuni metri e traversare a destra fino a raggiungere i cavi della ferrata del Medale. Arrivati in cima seguire il sentiero con indicazione San Martino. Giunti al bivio tenere la sinistra e poi seguire sempre il sentiero. In corrispondenza di un canale occupato da una recente frana si scende a sinistra fino a raccordarsi con la discesa delle vie dell'Antimedale e successivamente con il sentiero seguito durante l'avvicinamento.

Primi salitori: 
L. Mazzoleni, S. Panzeri, 1984
Ripetizione di: 
Ste R. – Ambra P. - Manuel P. - Terry A.
Disclaimer
L’alpinismo su roccia e ghiaccio è un’attività potenzialmente pericolosa se non praticata con adeguata preparazione fisica e psicologica. Quanto riportato nella relazione, pur essendo redatto con grande precisione, deve essere valutato sul luogo e non può sostituirsi alla vostra valutazione ed esperienza personale.