Parete del Falco - Melo selvatico

Schede primarie

Parete del Falco - Melo selvatico

Parete del Falco - Melo selvatico
Difficoltà: 
6c+/6a obbl, A0
Sviluppo: 
200
Gruppo Montuoso: 
Gran Paradiso – Valle Soana
Località di Partenza: 
Tressi (Ronco Canavese - TO)
Quota di Partenza: 
1050m
Quota di attacco: 
1200m
Punti di appoggio: 
Bar a Tressi
Quota di vetta: 
1420m
Avvicinamento: 
15'
Tempo di salita: 
3h
Tempo di discesa: 
30'
Esposizione: 
Sud-Ovest
Tipo di roccia: 
Gneiss
Periodo: 
Primavera, estate, autunno
Data ripetizione: 
06/06/2021
Attrezzatura e materiale: 

Via attrezzata con fix alle soste e sui tiri. Portare 2 mezze corde da 60m. indispensabili per le doppie. NDA.

Descrizione avvicinamento: 

Da Rivarolo verso Cuorgnè seguire per Ceresole Reale, giunti a Pont Canavese svoltare a destra in Val Soana quindi seguire per Forzo e prima di giungere alla Trattoria delle Alpi si svolta a destra verso la fraz. Tressi dove all'ultimo tornante si parcheggia l'auto.Prendere un sentiero ben visibile che si inoltra nel bosco, attraversa un piccolo corso d'acqua e arriva in prossimità di una pietraia. Si attraversa la pietraia seguendo gli ometti e si ritorna nel bosco dove si continua fino a che il sentiero si avvicina alla parete, seguirla fino al punto piu basso e risalire a sx lungo catene fino all'attacco.15' dall'auto.

 

Descrizione itinerario: 
  • 1° tiro: Placca tecnica (6a).
  • 2° tiro: Muretto poi tetto, a seguire placca impegnativa  (6b).
  • 3° tiro: Traversare a dx per facili placche  (5a).
  • 4° tiro: Placca (6a).
  • 5° tiro: Traverso ben spittato, uscita atletica alla sosta (A0).
  • 6° tiro: Bella placca con partenza a dx (6a+)
  • 7° tiro: Facile placca (4a).
  • 8° tiro: Fessura verticale poi in diagonale a sx in leggero strabiombo (6c+,A0).
Discesa: 

Soste attrezzate a spit + catena con maillon di calata.Si scende con 3 doppie da 60 sulla via, arrivati sulla cengia proseguire a piedi a sinistra (faccia a valle).

Ripetizione di: 
Giuseppe Milesi e Stefano Riva
Disclaimer
L’alpinismo su roccia e ghiaccio è un’attività potenzialmente pericolosa se non praticata con adeguata preparazione fisica e psicologica. Quanto riportato nella relazione, pur essendo redatto con grande precisione, deve essere valutato sul luogo e non può sostituirsi alla vostra valutazione ed esperienza personale.