Monte Cucco - Il Campanile - Spigolo Sud

Schede primarie

Monte Cucco - Il Campanile - Spigolo Sud

Difficoltà: 
5c
Sviluppo: 
100m
Gruppo Montuoso: 
Alpi Liguri
Località di Partenza: 
Camping Monte Cucco
Quota di Partenza: 
260m
Quota di attacco: 
280m
Quota di vetta: 
340m
Avvicinamento: 
5'
Tempo di salita: 
2h30'
Tempo di discesa: 
30'
Esposizione: 
Sud Ovest
Tipo di roccia: 
Calcare
Periodo: 
mezze stagione e Inverno
Data ripetizione: 
29/09/2022
Attrezzatura e materiale: 

Via attrezzata a spit e chiodi, può risultare utile qualche friend mediopiccolo. Portare almeno 12 rinvii per il primo tiro della variante.

Descrizione avvicinamento: 

Dalla pizzeria "Il Rifugio", che si trova sulla strada che parte nei pressi di Ca' d'Alice e porta a Orco, prendere la strada cementata che porta al campeggio di Monte Cucco, qui proseguire per sterrata fino a parcheggiare in uno spiazzo per una dozzina di macchine.

Dal parcheggio seguire il sentiero in leggera discesa in direzione sud, dopo 150m circa si prende una traccia sulla sinistra che onduce all'anfiteatro, qui si segue la parete verso destra scendendo per una strettoia fino alla base del campanile. Proseguire a destra viso monte entrando nel bosco e individuando una traccia che sale in un canalino che conduce a uno spiazzo dove parte la via. Noi per errore abbiamo seguito una variante di 5c, la via originale doverbbe attaccare pochi metri a sinistra.

Descrizione itinerario: 
  • 1° tiro:  Salire una plcaa a buchi che conduce a un delicato traverso varso sinistra (non raggiungere il cordone sull'albero), traversare a sinistra  fino a giungere sullo spigolo del pilastro che si segue con arrampicata più semplice fino alla cengia di sosta.  5c; 30m.
  • 2° tiro: Superare un ostico muretto e poi proseguire per pigolo aereo fino ad aggirare la pianta sommitale sulla sinistra e individuare una sosta con catena sul verdsante opposto del campanile. 5c; 30m.

​Eseguire ora una calata in doppia di circa 15m sul versante opposto fino ad un ampio terrazzo.

  • 3° tiro: Salire la facile ma elegante placca sulla parete principale fino a uno spit rosso e proseguire poi in fessura fino a una cengia dove si traversa verso destra fino a sostare su clessidra. 4a; 20m
  • 4°tiro: Rimontare un ostico bombè in partenza (chiodo) e uscire su terreno pèiù semplice fino a sostare sul bordo della parete. 4a; 20m.
Discesa: 

Dalla fine della via camminare verso sinistra per circa 100m senza mai perdere di vista il bordo della parete, individuare le corde fisse che portano al settore Canyon (tracce). Scendere le corde fisse e tenere la destra attraversando il Canyon fino a reperibile le corde fisse e delle zanche che riportano alla della parete e da qui a per tracce nel bosco si ritorna alla macchina.

Ripetizione di: 
Mauri Luigi e Vanossi Giulia
Disclaimer
L’alpinismo su roccia e ghiaccio è un’attività potenzialmente pericolosa se non praticata con adeguata preparazione fisica e psicologica. Quanto riportato nella relazione, pur essendo redatto con grande precisione, deve essere valutato sul luogo e non può sostituirsi alla vostra valutazione ed esperienza personale.