Monte Coudrey - Doctor Jimmy

Schede primarie

Monte Coudrey - Doctor Jimmy

Difficoltà: 
6a
Sviluppo: 
400m
Gruppo Montuoso: 
Alpi Pennine
Località di Partenza: 
Albard di Bard ( AO )
Quota di Partenza: 
1150m
Quota di attacco: 
1000m
Punti di appoggio: 
locali a Donnas o Pont
Quota di vetta: 
1250m
Avvicinamento: 
15'
Tempo di salita: 
3h 30'
Tempo di discesa: 
20'
Esposizione: 
Sud-Ovest
Tipo di roccia: 
Gneiss
Periodo: 
Tutto l'anno, evitare le giornate estive più calde e quelle invernali più rigide.
Data ripetizione: 
29/08/2021
Attrezzatura e materiale: 

NDA, 2 mezze corde, caschetto. Spit alle soste e in via, attrezzatura plaisir.

Descrizione avvicinamento: 

Dall'autostrada A5 uscire a  Pont San Martin, svoltare a sinistra per Donnas. Alla rotonda a sinistra, proseguire lungo il rettilineo, fino al municipio di Donnas, quindi svoltare a destra in direzione di Albard (indicazioni). La strada sale, con alcuni tornanti, attraverso vigneti e piccoli borghi. Seguire sempre le indicazioni per Albard di Bard fino al termine della strada dov'è possibile parcheggiare.Prenderere il sentiero a sinistra (bolli gialli), continuare ad abbassarsi e portarsi verso destra; attraversare il torrente e continuare a perdere quota nel bosco. La via attacca in corrispondenza di un bollo giallo, dopo T-REX, prima di ILOVE SILVIE

 

Descrizione itinerario: 

L1: placca ben appigliata, poi a destra lungo lo spigolo, quindi sosta sulla destra. 30 m – 4a

L2: placca appoggiata poi a sinistra, alla base di un salto verticale, (al termine della placca appoggiata si arriva ad una sosta con catena: è la sosta della variante Luna (4 tiri di 6a); traversare invece a sx, seguendo la freccia rossa, sino alla sosta posta su un masso imbracato. 40m – 4a

L3: salire verticalmente su placca gradinata e ben chiodata, quindi leggermente a destra poi per placche verso sinistra. 45 Mt., 4b

L4: salire un gradino ben ammanigliato poi diagonalmente verso destra. Uscendo su una cengia andare a sinistra dove c’è la sosta (la sosta a destra è quella della variante). 40 Mt., 4b

L5: salire fino allo strapiombo superabile sulla dx. Seguire ora una fessura ben appigliata verso sinistra sino alla sosta, su placca. 35 Mt., 4c

L5a: Spostarsi 15 metri raggiungendo una comoda cengia tra gli alberi ai piedi di uno sperone.

L6: Salire lo sperone in leggero strapiombo, proseguire per placca raggiungendo un tratto pianeggiante con al termine una betulla su cui effettuare la sosta. 45 Mt., 5c

L7: Tratto di trasferimento verso a sinistra: inizialmente su tracce di sentiero, quindi su placca abbattuta ( 2 spit) sino a pervenire alla sosta. 50 m, 2b

L8: Salire la placca, traversare a sinistra, superare un muretto, nuovamente a dx sino alla sosta. 35 Mt., 4a

L9: Bellissima placca a buchi e piccole tacche, salire verticalmente sino alla sosta. 40 Mt., 5c

L9a: Risalire il pendio su erba e roccette fino al sentiero di discesa. Per proseguire salire il blocco spaccato che sovrasta il sentiero fino alla base del muro verticale.

L10: Superare i primi verticali metri del muro quindi più facile fino alla sosta. 30 m., 6a

L11: Proseguire in aderenza sino alla sosta. 30 m. 4a

 

Discesa: 

Dal termine della via seguire la traccia verso destra (viso a monte - in salita) fino a ricongiungersi al sentiero di discesa delle vie. Scendere verso destra fino al parcheggio ignorando un bivio a sinistra (presente un grosso masso) che indica altri settori di arrampicata.

Ripetizione di: 
Giuseppe Milesi e Luigi Maspero
Disclaimer
L’alpinismo su roccia e ghiaccio è un’attività potenzialmente pericolosa se non praticata con adeguata preparazione fisica e psicologica. Quanto riportato nella relazione, pur essendo redatto con grande precisione, deve essere valutato sul luogo e non può sostituirsi alla vostra valutazione ed esperienza personale.