Grigna Meridionale - Torrione Pertusio - Santo domingo

Schede primarie

Grigna Meridionale - Torrione Pertusio - Santo domingo

Torrione Pertusio
Difficoltà: 
V
Sviluppo: 
140m
Gruppo Montuoso: 
Prealpi Lecchesi
Località di Partenza: 
Piani Resinelli (Mandello del Lario , LC )
Quota di Partenza: 
1180m
Quota di attacco: 
1440m
Punti di appoggio: 
Rifugio Porta
Quota di vetta: 
1557m
Avvicinamento: 
40'
Tempo di salita: 
2h
Tempo di discesa: 
50'
Esposizione: 
Est
Tipo di roccia: 
Calcare
Periodo: 
Primavera, estate, autunno
Data ripetizione: 
25/04/2021
Attrezzatura e materiale: 

Normale dotazione alpinistica, una corda intera o 2 mezze corde da 60m, utile un assortimento di dadi o friend medi e piccoli per integrare, chiodi e fittoni sui tiri, soste su 2 fittoni collegati.

Descrizione avvicinamento: 

Dai Resinelli proseguire fino a raggiungere l'ex rifugio Alippi, svoltare a destra, per una stretta strada sterrata (via alle foppe), fino ad un piccolo spiazzo dove è possibile parcheggiare. Prendere il sentiero n. 9 (sentiero delle foppe) per il rifugio Rosalba, ignorando la deviazione a destra (sentiero dei morti), fino ad arrivare alla base di un grosso torrione (sulla sinistra), il Torrione del Pertusio. La via attacca sulla parete sinistra, nei pressi di un diedro. Breve traccia che risale a fianco del canalino detritico. Più in alto si può trovare l'attacco dello "Spigolo Mir".

Descrizione itinerario: 
  • 1° Tiro: Proseguire verticalmente per i gradoni erbosi e successivamente per il diedro, sosta sul terrazino a destra. V, 25m.
  • 2° Tiro: Ritornare nel diedro dopo i primi metri faticosi le difficoltà diminuiscono, proseguire su terreno più semplice fino alla sosta posta su un pulpito a destra. V, 35 m.
  • 3° Tiro: Risalire il diedro/camino fino ad uscire sullo spigolo e successivamente sostare a destra. IV+, 35m
  • 4° Tiro: Dalla sosta si risale la fessura proseguendo poi per placche fino alla cima, ignorando la sosta intermedia a pochi metri dalla vetta. V-, 40 m
Discesa: 

Dall'ultima sosta si continua per breve cresta fino a raggiungere la vetta, scendere a destra (nord) per ripido canalino fino a ricongiungersi al Sentiero delle Foppe e, in breve, alla base del torrione. Da qui si segue a ritroso il sentiero fino alla macchina. 50'

Primi salitori: 
G. Garganico e A. Mantovani, 1973
Ripetizione di: 
Manuel Porro, Terry e Daniel
Disclaimer
L’alpinismo su roccia e ghiaccio è un’attività potenzialmente pericolosa se non praticata con adeguata preparazione fisica e psicologica. Quanto riportato nella relazione, pur essendo redatto con grande precisione, deve essere valutato sul luogo e non può sostituirsi alla vostra valutazione ed esperienza personale.